Repubblica delle Maldive

Situate a sud ovest dello Sri Lanka, tra l'Equatore e il 7° grado di latitudine nord le oltre duemila isolette nell'Oceano Indiano formano l'arcipelago delle Maldive.

Gli atolli principali sono Malè Atoll (Kaafu), dove sorge la capitale, Thiladhunmathee Atoll (Haa), Suvadiva (Huvadhoo Atoll o Gaafu), Maalhosmadulu Atoll (Baa e Raa), Faadhippolhu Atoll (Lhaviyani), Ari Atoll (Alifu), Mulaku Atoll (Meemu), Nilandhe Atoll (Faafu e Dhaalu), Kolhumandulu Atoll (Thaa), Hadhdhunmathee Atoll (Laamu) e Addu Atoll (Seenu).

La superficie "fuori acqua" è inferiore ai 300 chilometri quadrati, distribuiti su uno specchio di mare di oltre centomila; tutte le isole sono circondate da lagune profonde al massimo 50 metri, protette da reef corallini ricchi di vita sottomarina. Gli atolli sono ancorati ad una piattaforma sottomarina composta da montagne di origine vulcanica originatesi più di 50 milioni di anni fa. Sulle cime di queste montagne si sono formati i primi banchi corallini, nati da residui calcarei, che con il passare dei millenni si sono accumulati fino ad emergere dalle acque dando vita alle prime isole.

La religione unica è quella islamica sunnita. L'islamismo praticato alle Maldive ha comunque una connotazione particolare, essendosi mescolato con antiche tradizioni locali. Le donne, ad esempio, hanno raramente il capo coperto dal velo.

La lingua ufficiale è il divehi, un dialetto legato sia alla lingua indiana che a quella araba, caratterizzato principalmente dalla ripetizione delle vocali. E' parlato da circa 200.000 persone alle Maldive e da circa 10.000 in India.
Maggiori informazioni si trovano su www.omniglot.com alle pagine Thaana e Divehi.
L' inglese si può considerare, a tutti gli effetti, la seconda lingua ufficiale.

Clima

Il clima è di carattere monsonico: il monsone secco da nord-est s'instaura da dicembre ad aprile ed è caratterizzato da piogge deboli, poco frequenti e cielo mediamente piú limpido; il monsone umido da sud-ovest, da maggio a novembre, porta piogge piú frequenti che possono durare alcune ore e talvolta giorni interi; il cielo risulta piú spesso velato e soggetto a passaggi nuvolosi.

Il vento è generalmente a regime di brezza debole (5-10 nodi), e moderata (15-20 nodi) anche per giorni o settimane, specialmente nei periodi di cambio del monsone; raramente i picchi superano i 40-50 nodi e il piú delle volte ciò avviene prima di una breve pioggia torrenziale.

Poiché sono situate nella fascia tropicale equatoriale, le Maldive non sono soggette agli uragani. La vicinanza all'Equatore fa sì che ci siano 12 ore di luce e 12 di buio.

La temperatura dell'aria oscilla tra i 26° e i 31°C tutto l'anno, con escursioni termiche giornaliere e notturne molto contenute. La temperatura dell'acqua oscilla fra i 28-29°C delle acque extralagunari e i 30-32°C delle lagune; inoltre all'interno degli atolli il termoclino è pressoché nullo.

I periodi migliori

Il mese più caldo è aprile, anche se i piú secchi e soleggiati risultano febbraio e marzo; tuttavia la costante presenza della brezza monsonica attenua la sensazione di calore, rendendo il clima molto piacevole.

Le massime precipitazioni si verificano nei mesi fra maggio e dicembre (200-250 mm/mese), mentre in febbraio e marzo sono molto ridotte; gennaio e aprile sono mesi di transizione, con precipitazioni che variano di anno in anno.

In corrispondenza del cambio del monsone si producono spesso violenti acquazzoni o temporali, con venti intensi costanti o a raffica che possono durare diversi giorni.

In linea generale, il periodo migliore per le vacanze mare (sole e spiaggia) spazia da metà dicembre a fine aprile; giugno è un mese di solito molto piovoso ed umido (però con grandi onde per gli amanti del surf); da diverse stagioni agosto si presenta molto soleggiato, forse anche a seguito dei recenti cambiamenti climatici.

Previsioni del tempo: qui il link al Department of Metorology.

La barriera

La barriera corallina si estende per centinaia di chilometri ed è interrotta da canali (in lingua divehi kandu) che permettono il passaggio delle correnti dell'oceano nelle tranquille acque della laguna, creando l'habitat ideale per la vita della flora e della fauna marina che fanno degli stupendi fondali la grande attrazione del turismo subacqueo delle Maldive.

Atolli e Reef

L'atollo è l'insieme di tutte le isole circondate dal reef che proteggono l'ambiente sottomarino dal profondo blu dell'Oceano Indiano.
La parola atollo, conosciuta ormai in tutto il mondo, deriva dal maldiviano atolu.

Salinità, limpidezza e temperatura dell'acqua permettono una crescita straordinaria delle madrepore, conosciute più semplicemente come coralli.
Questi sono organismi, del tipo dei celenterati, con uno scheletro calcareo.
Vivono quasi sempre in colonie in simbiosi ad alghe, munite anch'esse di uno scheletro calcareo capaci di resistere ad un moto ondoso che, a volte, può essere anche molto violento.

I nemici del reef non sono molti ma possono essere letali: il più temibile è la temperatura dell'acqua, che non deve superare una certa soglia (come è invece purtroppo accaduto negli anni del niño, che ha causato per alcuni anni un triste sbiancamento dei coralli - coral bleaching), fino ad arrivare agli stessi abitanti della laguna tipo la stella marina conosciuta come "corona di spine", la Acanthester Planci, che si nutre di coralli.

Tra gli amici, invece, il reef ha alcuni pesci come le cernie, il pesce chirurgo che, nutrendosi delle alghe, ne controllano la crescita evitando in questo modo il soffocamento delle madrepore e dei coralli e il pesce pappagallo che si nutre di roccia corallina, che spezza e frantuma con il potente "becco".
In questo modo svolge una funzione importantissima nella demolizione delle scogliere coralline, creando spazio per le nuove formazioni in crescita.

Di questo meraviglioso habitat naturale fanno parte anche alcune creature alle quali bisogna prestare molta attenzione come il pesce scorpione, il pesce pietra o il corallo di fuoco (Millepora dichotoma) fortemente urticante, si presenta spesso in acque superficiali ben illuminate, preferendo i punti della barriera caratterizzati da forte corrente.

E' assolutamente proibita la raccolta di qualunque tipo di corallo (anche spezzato), di conchiglie e di tutto quello che si può trovare in mare.

Documenti

Per l'ingresso nel Paese è obbligatorio il passaporto, con scadenza residua non inferiore ai tre mesi, meglio se sei mesi.

Non è necessario alcun visto per soggiorni di durata inferiore ai 30 giorni. Per eventuali estensioni del periodo di permanenza è necessario il rinnovo del permesso di soggiorno presso il Bureau of Immigration.

I minori (sino al 16° anno di età) possono essere registrati sul passaporto dei genitori; oltre tale età dovranno essere muniti di documento proprio. Al compimento del 10° anno di età diventa obbligatoria la foto del minore sul passaporto dei genitori.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito della Polizia di Stato, in particolare nelle sezioni passaporto e minori.

Vaccinazioni & Salute

Non è richiesta alcuna profilassi o vaccinazione specifica.
Ricordiamo, a titolo di suggerimento, che è consigliabile non bere bevande che non siano in bottiglia sigillata ed evitare bibite con ghiaccio. E' inoltre estremamente importante, come in qualsiasi area tropicale, ricordarsi di bere circa 3-4 litri di acqua al giorno, a seconda anche dell'attività fisica che si svolge. Attenzione a non dimenticare creme solari protettive.

E' consigliabile portare dall'Italia i farmaci di prima necessità, quali anti influenzali e prodotti contro le infezioni intestinali. Importante anche proteggersi dalle punture di zanzare e di insetti, in senso generale, e disinfettare accuratamente eventuali abrasioni causate dal contatto con i coralli. Per i medicinali particolari, soprattutto se contengono sostanze psicotrope, è obbligatorio essere in possesso di certificato medico tradotto in inglese.

Chi lo desidera, prima di visitare il paese può utilizzare il servizio "Dove siamo nel mondo" offerto dal Ministero degli Affari Esteri e registrare il proprio viaggio per essere rintracciabile nel caso di emergenze.

Moneta e formalità valutarie

La valuta locale è la Rufiyaa Maldiviana (MVR), ma sono usati ovunque i dollari USA.

Le carte di credito sono ampiamente accettate e sono un mezzo di pagamento pratico e sicuro.

Telefonia

Prefisso telefonico generale per le Maldive: 00960 + numero
Per chiamare l'Italia il prefisso è 0039

Fuso orario

+4h rispetto all'Italia; +3h quando in Italia vige l'ora legale.

Elettricità

220V, 50/60Hz - raccomandiamo di munirsi di un proprio adattatore multistandard data la grande presenza di prese inglesi (contatti a triangolo) ed americane (contatti piatti). Per saperne di più sugli standard elettrici nel mondo, rimandiamo a questo utile link.

Clima

Siamo in fascia tropicale-equatoriale (temperature oscillanti tra 25 e 40 °C durante tutto il corso dell'anno con un alto tasso di umidità), il clima "teoricamente" è diviso in due periodi: la stagione secca, con precipitazioni meno frequenti (da dicembre a maggio) e quella umida (da giugno a novembre).

Negli ultimi anni anche in queste zone si è verificata una instabilità meteorologica non normale con modifiche del clima e delle precipitazioni inusuali.

Temperature

La temperatura media dell'aria durante tutto l'anno supera i 26°C mentre quella dell'acqua non scende mai al di sotto dei 27°C.

Cucina

La cucina è semplice ma molto saporita, ricca di spezie e di sapori esotici.
E' molto usata la noce di cocco (unico frutto non importato), il peperoncino e il curry, sia in polvere (come miscela di diverse spezie, usate in proporzioni diverse da quelle a cui siamo abituati in Europa) sia in foglie fresche leggermente piccanti.
Il pesce e il riso sono alla base della cucina maldiviana; vengono cucinati in molti modi e sono mangiati già a partire dalla prima colazione.
Il pesce più usato in cucina è il tonno. Si dice che il tonno maldiviano sia il migliore del mondo in quanto viene pescato esclusivamente con lenza alla traina e quindi non subisce lo stress della mattanza nella pesca con le reti, risultando più gustoso e tenero.

Alcune ricette: www.cookaround.com (in italiano) e www.maldivescook.com/ (in inglese).

Voli e bagaglio

Si possono raggiungere le Maldive con voli di linea con scali intermedi (Emirates a Dubai, Qatar Airlines a Doha, Oman Air a Muscat) oppure con voli charter (che abbiamo deciso di non usare più).

Informiamo che con Kandu Travel la franchigia per i bagagli è aumentata gratuitamente a 30 kg/passeggero e quella per il bagaglio a mano è la classica 7 kg/passeggero.

Inoltre, a partire dal 6 novembre 2006, sono state introdotte nuove regole di sicurezza sul "bagaglio a mano".
Raccomandiamo di portare con voi nel bagaglio a mano gli oggetti costosi e delicati (computer subacquei, erogatori, etc).
Per ragioni di sicurezza i coltelli subacquei andranno ovviamente riposti nel bagaglio al seguito.

Ambasciata

L'Ambasciata d'Italia non è presente nelle Maldive.

Per questioni gravi fare riferimento alla Ambasciata d'Italia nello Sri Lanka, 55 Jawatta Road
Colombo 500500, Tel.: +94.11.2588388 Fax: +94.11.74712272
E-mail: itembcmm@sri.lanka.net - ambasciata.colombo@esteri.it
Cellulare di servizio: +94.72.264864

Per necessità locali alle Maldive si può fare riferimento al Console Onorario Italiano Signora Giorgia Marazzi:
Agenzia Consolare Onoraria, Boduthakurufaanu Magu, Malè - Rep. of Maldives
Tel.: +960.322016 Fax: +960. 318992
Orari ufficio: domenica-giovedì 09:00-12:00 / giovedì 15:00-16:30
E-mail: honoconsital@dhivehinet.net.mv
Cellulare per urgenze: +960.786773

Ulteriori Informazioni

 

Immersioni

(Contenuto in preparazione)


Località in evidenza

Repubblica delle Maldive - Prodotti in evidenza: